Francesco Piu

SITO UFFICIALE:

www.francescopiu.com

VIDEO:
BIO:

Francesco Piu: la nuova “blues sensation” nazionale

Il futuro del blues italiano arriva dalla Sardegna. Questo giovane chitarrista autodidatta, armonicista e cantante, presentandosi in versione solitaria ha già saputo stupire gli spettatori di festival prestigiosi quali l’International Blues Challenge di Memphis e il Pistoia Blues. Ha aperto per il padre del british blues John Mayall ed ha duettato con artisti del calibro di Tommy Emmanuel. Nel tour di presentazione di “MA-MOO TONES” (2012), l’ultimo album di inediti prodotto e messo a fuoco sotto la sapiente direzione artistica del grande bluesman newyorchese Eric Bibb, Francesco è stato opening dei concerti di Davide Van De Sfroos al Mediolanum Forum di Assago (MI) e della leggenda texana Johnny Winter al Gran Teatro Geox di Padova.

Una miscela esplosiva di blues, funky e soul in chiave acustica, questa la formula magica del sound di Francesco Piu, un prodigioso one-man-band che viene definito dalla rivista Guitar Club “una vera e propria forza della natura!”. Accompagnando la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica, questo bluesman sardo si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale.

Ha partecipato ai più importanti festival del genere (IBC Memphis, Pistoia Blues, Narcao Blues, Trasimeno Blues, Magic Blues, Santa Blues de Tenerife, Blues au Chateau, Salaise Blues per citarne alcuni), ha aperto concerti per grandi artisti quali Jimmie Vaughan, Robert Cray, Charlie Musselwhite, The Derek Trucks Band, The Fabulous Thunderbirds, Sonny Landreth, Joe Bonamassa, Larry Carlton, Eric Bibb e calcato il palco con artisti del calibro di Roy Rogers, Guy Davis, Sandra Hall, Kevin Welch, Andy J.Forest, Sugar Blue, Fabio Treves, Keith Dunn, Eugenio Finardi e molti altri.

Dopo aver vinto le selezioni nazionali si è esibito nel gennaio 2010 all’INTERNATIONAL BLUES CHALLENGE di Memphis, Tennessee come rappresentante italiano. Ma questo non è l’unico dei riconoscimenti conferiti a Francesco Piu: nel 2003 primo premio al concorso “Blues From Sardinia” al Narcao Blues Festival, nel 2008 primo premio al “Out of the Blue’s” di Samedan (Svizzera) e nel 2011 si aggiudica il prestigioso “Premio Maria Carta”.

Il suo disco d’esordio è “BLUES JOURNEY” (2007) dove suona tutto da solo. Il secondo, “LIVE AT AMIGDALA THEATRE” (2010) in trio, supportato da batteria, percussioni ed armonica, si aggiudica la palma di MIGLIOR CD DEL 2010 alla II ediz. del “Premio Nazionale Radio Trampa” dedicato alle produzioni indipendenti e ottiene lusinghiere recensioni dalla stampa specializzata.”Live at Amigdala Theatre: senza ombra di dubbio uno dei CD dell’anno!” – Silvano Brambilla, Il BLUES. Nel 2012 esce “MA-MOO TONES” prodotto da Eric Bibb, che si piazza tra i migliori 10 dischi dell’anno per Buscadero, consacra definitivamente Francesco Piu nella scena blues nazionale e gli apre le porte per esibirsi live in Francia, Spagna, Canada, Norvegia, Svizzera e Germania. A ottobre 2013 si esibisce al club “El Mocambo” di Toronto, storico teatro di un leggendario live di Stevie Ray Vaughan.

Il 2014 vede l’arrivo di un nuovo capitolo discografico: “Live at Bloom”, è la testimonianza di una incendiaria serata di marzo nello storico live club milanese. Francesco “attacca la spina” e accompagnato dal sodale Pablo Leoni a batteria e percussioni, affianca al suo mondo acustico una originalissima vena elettrica, suonando chitarre elettriche d’annata ed una guitarbass, ovvero una seicorde di sua progettazione realizzato dal liutaio Reani con 4 corde di chitarra e 2 di corde di basso, che pompano contemporaneamente in un ampli per chitarra e in un ampli basso. Il sound che ne deriva è davvero unico. L’album sarà disponibile dall’estate 2014.

Comments are closed.